Passa ai contenuti principali

Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen compie 200 anni!


Orgoglio e Pregiudizio: 200 anni e non dimostrarli!
Era il 28 gennaio del 1813 quando apparve la prima edizione in stampa di "Pride and Prejudice" di Jane Austen, per l'editore Thomas Egerton che lo acquistò al costo di 110 sterline e lo lanciò con una tiratura di sole 1500 copie da 18 scellini l'una. E pensare che la sua edizione di lancio ora è stimata per un valore tra i 30 mila e i 50 mila dollari ed è stata battuta all'asta da Christie per 68.500 dollari!

Più o meno tutti lo abbiamo letto - e se non lo avete fatto ancora, smettete di leggere il mio blog e correte a comprarlo! ma poi ritornate qua che ne parliamo, ovviamente! - e, nel corso del tempo, ha ispirato citazioni e parodie, in libreria come al cinema.


Confessione: io l'ho visto prima in tv e poi ho letto il libro. C'è da dire che avevo 11 anni, forse, e mia zia me lo fece vedere per farmi conoscere Laurence Olivier, uno degli attori più belli della sua generazione. E infatti per tantissimo tempo, per me, "Orgoglio e Pregiudizio" cinematografico è stato solo quello del 1940, con  Laurence Olivier/Mr Darcy che, con gli occhi appassionati, mandava all'aria i suoi pregiudizi e scardinava l'orgoglio di Greer Garson/Elizabeth Benneth. Che poi entrambe erano soggetto e oggetto di pregiudizi e di incrollabile orgoglio e mi divertivo ogni volta - l'avrò visto decine e decine di volte! - a capire dove l'uno e dove l'altro si dimostrassero fedeli al titolo. 
Quando poi scoprii che era tratto da un libro - non avevo sempre la tastiera del computer a portata di polpastrelli, all'epoca! -, me lo feci regalare alla prima occasione.


Il gioco di riconoscere i riferimenti ad "Orgoglio e Pregiudizio" continua ancora oggi, al cinema e nei libri, e se pure qualche volta mi è capitato di rivedere un'ombra della sagacia di Lizzy Benneth in qualche personaggio femminile, non riuscirò mai più a provare quel brivido che mi dà sempre e solo Mr Darcy.

E sì, è arrivato il momento di rileggerlo!
E di rivedere il film da cui sono state tratte le foto del post!

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Anteprima: True Love di Silvia Ami

True Love Silvia Ami Emma Books In ebook dal 23 maggio

Cosa faresti se un’innocua messinscena facesse vacillare le tue certezze e il tuo cuore ammaccato tornasse a battere con vigore?
Sarah Farrell considera la sua vita perfetta così com’è. Tra il lavoro di art director che la porta a viaggiare spesso tra Londra e Milano, un gruppetto di amici fidati e qualche piacevole incontro occasionale, quello di cui non ha certo bisogno è un marito e una famiglia di cui occuparsi. Peccato che i suoi genitori non siano dello stesso parere e abbiano iniziato a tormentarla con la richiesta di mettere la testa a posto una volta per tutte. Quando Emma, la sua migliore amica, le chiede aiuto per trovare una sistemazione a un collega in viaggio di lavoro nella capitale britannica, ecco che la soluzione ai suoi problemi sembra capitarle tra le mani come manna del cielo. Lorenzo Borghi è un avvocato schivo e controllato e in un primo momento si rifiuta di prendere parte alla sciarada orchestrata da Sarah. …

Recensione: Ma Cupido ha i tacchi a spillo? di Viviana Giorgi

Chi l'ha detto che Cupido è un angioletto biondo e paffuto che scocca frecce a più non posso, colpendo ignari cuori solitari? Nella vita di tutti i giorni, l'amore può colpirci in qualsiasi momento, con qualsiasi mezzo, anche tramite dei puntuti e pericolosissimi tacchi a spillo indossati da una specie di valchiria sorridente. Succede così a Claudia, la protagonista di "Ma Cupido ha i tacchi a spillo?" [Emma Books], ultimo lavoro letterario di Viviana Giorgi che, dopo i romance storici, si conferma maestra anche nel romanzo rosa contemporaneo.
Claudia viaggia in metropolitana quando, a causa di una brusca frenata, una gigantessa le piomba sull'alluce con i suoi vertiginosi tacchi a spillo. Verrà fuori che la donna è un'infermiera dell'Est e non esiterà a prendersi cura di lei portandola di peso al pronto soccorso dell'ospedale dove lavora. Che sia un caso o che sia tutto premeditato dalla diabolica (e simpaticissima) Stilettova - come l'ha sopran…