Passa ai contenuti principali

Che faccia ha il personaggio del tuo libro preferito?


Leggere aguzza l'immaginazione.
Per me è sempre stato così, e immagino che sia lo stesso per tutti quelli che amano leggere come me.
Si creano mondi all'interno dei mondi già tracciati dall'autore dello scritto che stiamo leggendo e, per me, la parte più interessante di tutti questi mondi è incontrare le persone che li popolano.

Persone che nei libri diventano personaggi, credo per pura fedeltà ad un canone letterario, ma che in realtà non hanno niente di meno nell'aspetto fisico e nei tratti psicologici - quando lo scrittore è bravo - a degli esseri umani in carne ed ossa. 
Stamattina stavo leggendo questo articolo che mi ha confermato che più o meno tutti i lettori forti fantasticano sui personaggi delle storie più belle e, in alcuni casi, hanno anche trovato una reale corrispondenza con foto che gli autori hanno conservato e che sono arrivate fino a noi.

Io riesco ad immaginare solo i personaggi che mi prendono tanto, ma proprio tantissimo. Quelli che quando è finito il libro poi mi mancano e vorrei tenerli nella rubrica telefonica, per chiamarli o mandargli un sms, perchè mi mancano. Non li ho contati, ma vi posso assicurare che non sono tantissimi quelli che mi fanno questo effetto. Ultimamente ho riletto per la milionesima volta il romanzo "La figlia di Mistral" di Judith Krantz e posso dire che è l'unico libro su cui sono riuscita a raccogliere pochissime informazioni, sia sulla pubblicazione che sull'autore. Nonostante questo piccolo mistero, questo è uno di quei casi che descrivevo più sopra, quelli in cui mi mancano i personaggi e, soprattutto, sento la mancanza di Julien Mistral, questo pittore che incarna i demoni bohèmienne che ancora mi abitano.

Non sarà l'altissima letteratura indicata nell'altro articolo, ma i personaggi/persone che ci colpiscono non si mettono a guardare tanto il libro in cui sono stati inseriti. Stanno là e aspettano di essere vissuti.


In compenso, ho scoperto che dal libro è stata tratta una serie televisiva (questa foto sopra è la locandina e l'uomo nella prima immagine è Mistral!) e fortunatamente gli attori (c'è anche Timothy Dalton, diventano poi anche James Bond) rispecchiano abbastanza la mia fantasia!
Quali personaggi vi hanno colpito di più? E come li avete immaginati?

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Anteprima: True Love di Silvia Ami

True Love Silvia Ami Emma Books In ebook dal 23 maggio

Cosa faresti se un’innocua messinscena facesse vacillare le tue certezze e il tuo cuore ammaccato tornasse a battere con vigore?
Sarah Farrell considera la sua vita perfetta così com’è. Tra il lavoro di art director che la porta a viaggiare spesso tra Londra e Milano, un gruppetto di amici fidati e qualche piacevole incontro occasionale, quello di cui non ha certo bisogno è un marito e una famiglia di cui occuparsi. Peccato che i suoi genitori non siano dello stesso parere e abbiano iniziato a tormentarla con la richiesta di mettere la testa a posto una volta per tutte. Quando Emma, la sua migliore amica, le chiede aiuto per trovare una sistemazione a un collega in viaggio di lavoro nella capitale britannica, ecco che la soluzione ai suoi problemi sembra capitarle tra le mani come manna del cielo. Lorenzo Borghi è un avvocato schivo e controllato e in un primo momento si rifiuta di prendere parte alla sciarada orchestrata da Sarah. …

Recensione: Ma Cupido ha i tacchi a spillo? di Viviana Giorgi

Chi l'ha detto che Cupido è un angioletto biondo e paffuto che scocca frecce a più non posso, colpendo ignari cuori solitari? Nella vita di tutti i giorni, l'amore può colpirci in qualsiasi momento, con qualsiasi mezzo, anche tramite dei puntuti e pericolosissimi tacchi a spillo indossati da una specie di valchiria sorridente. Succede così a Claudia, la protagonista di "Ma Cupido ha i tacchi a spillo?" [Emma Books], ultimo lavoro letterario di Viviana Giorgi che, dopo i romance storici, si conferma maestra anche nel romanzo rosa contemporaneo.
Claudia viaggia in metropolitana quando, a causa di una brusca frenata, una gigantessa le piomba sull'alluce con i suoi vertiginosi tacchi a spillo. Verrà fuori che la donna è un'infermiera dell'Est e non esiterà a prendersi cura di lei portandola di peso al pronto soccorso dell'ospedale dove lavora. Che sia un caso o che sia tutto premeditato dalla diabolica (e simpaticissima) Stilettova - come l'ha sopran…