Passa ai contenuti principali

Che faccia ha il personaggio del tuo libro preferito?


Leggere aguzza l'immaginazione.
Per me è sempre stato così, e immagino che sia lo stesso per tutti quelli che amano leggere come me.
Si creano mondi all'interno dei mondi già tracciati dall'autore dello scritto che stiamo leggendo e, per me, la parte più interessante di tutti questi mondi è incontrare le persone che li popolano.

Persone che nei libri diventano personaggi, credo per pura fedeltà ad un canone letterario, ma che in realtà non hanno niente di meno nell'aspetto fisico e nei tratti psicologici - quando lo scrittore è bravo - a degli esseri umani in carne ed ossa. 
Stamattina stavo leggendo questo articolo che mi ha confermato che più o meno tutti i lettori forti fantasticano sui personaggi delle storie più belle e, in alcuni casi, hanno anche trovato una reale corrispondenza con foto che gli autori hanno conservato e che sono arrivate fino a noi.

Io riesco ad immaginare solo i personaggi che mi prendono tanto, ma proprio tantissimo. Quelli che quando è finito il libro poi mi mancano e vorrei tenerli nella rubrica telefonica, per chiamarli o mandargli un sms, perchè mi mancano. Non li ho contati, ma vi posso assicurare che non sono tantissimi quelli che mi fanno questo effetto. Ultimamente ho riletto per la milionesima volta il romanzo "La figlia di Mistral" di Judith Krantz e posso dire che è l'unico libro su cui sono riuscita a raccogliere pochissime informazioni, sia sulla pubblicazione che sull'autore. Nonostante questo piccolo mistero, questo è uno di quei casi che descrivevo più sopra, quelli in cui mi mancano i personaggi e, soprattutto, sento la mancanza di Julien Mistral, questo pittore che incarna i demoni bohèmienne che ancora mi abitano.

Non sarà l'altissima letteratura indicata nell'altro articolo, ma i personaggi/persone che ci colpiscono non si mettono a guardare tanto il libro in cui sono stati inseriti. Stanno là e aspettano di essere vissuti.


In compenso, ho scoperto che dal libro è stata tratta una serie televisiva (questa foto sopra è la locandina e l'uomo nella prima immagine è Mistral!) e fortunatamente gli attori (c'è anche Timothy Dalton, diventano poi anche James Bond) rispecchiano abbastanza la mia fantasia!
Quali personaggi vi hanno colpito di più? E come li avete immaginati?

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Sotto il sole d'agosto

L'odore dell'origano secco da setacciare. I suoni della cucina quando qualcuno si sveglia presto. La luce della controra. Quel silenzio che dura sempre pochissimo. Tutti i rituali che sono in ogni cellula del mio cuore.

La felicità.
Il blu profondo del mare. La sabbia nera e gli scogli come artigli che afferrano le onde.
Il Vesuvio giallo di ginestre, viola di tramonto e rosa di alba.


I libri letti e riletti cento volte.
Le mie carte, le agende un po' ingiallite e i biglietti che ancora mi sciolgono il cuore.
Le piccole cose col loro piccolo posto sulla scrivania.

Gli abbracci, quelli grandi e indissolubili.
I baci, quelli veri, forti, a labbra morbide.
L'amore, quello che non passerà mai, che non è mai stato in discussione e mai lo sarà.
I legami, quelli che affondano le radici nel mio cuore, nell'essere più profondo di me e non cambieranno mai.


Sentire la mancanza di tutto quello che si ha così profondamente dentro, è strano.
È come sentirsi mancare un pezzo di c…

Bambini e social: perché non ci sarà la foto di mia figlia online

Alla fine di maggio è nata mia figlia.
Già durante la gravidanza, io e mio marito abbiamo deciso che la foto di nostra figlia non sarebbe comparsa online.
Del resto, per mia scelta non abbiamo pubblicato nemmeno le foto del mio pancione e non perché ci fosse qualcosa di particolare o perché mi nascondessi da chissà chi. Dal vivo mi hanno visto tutti quelli che mi volevano vedere... e, con una rotondità del genere, non era facile non vedermi, vi posso assicurare!

Fin dal primo giorno, parenti, amici, colleghi o anche solo conoscenti, ci hanno chiesto di inviargli le foto della nostra bambina sui vari social, non avendo trovato niente sui nostri profili.
Vivendo all'estero, in effetti, chat e messaggi sono il mezzo di comunicazione più efficace e veloce, ma in questo momento social in cui Instagram e Facebook sono sovraccarichi di foto di bimbi condivise spesso senza alcuna restrizione, noi abbiamo deciso che il volto di nostra figlia non dovesse andare in giro senza che noi potess…