Passa ai contenuti principali

Cinquanta Sfumature di Grigio: io confesso!


Confesso: ho letto anche io la trilogia che ha fatto venire fantasie pruriginose a milioni di persone in giro per il mondo. "Cinquanta Sfumature di Grigio" di E.L. James.
Il primo libro mi ha incuriosito, devo dire la verità, ma poi andando avanti, al sorrisetto che ci viene (confessatelo, che viene anche a voi!) quando leggiamo romanticherie da romanzetto rosa e da cinema - rose, champagne, sorprese incredibili, appuntamenti alla Pretty Woman, etc... - è subentrato il sopracciglio sollevato per lo scetticismo.

Possibile che questo Mr Grey le abbia proprio tutte? E possibile che Ana Steel sia proprio così... così... cioè così...?! Non vi svelerò niente, non temete: se volete leggerlo, fatelo. E' comunque una lettura leggera che, in alcuni passaggi intriga (addirittura!), e vi farà passare qualche ora spensierata.

L'altro giorno stavo leggendo questo articolo che parla dell'accoglienza freddina che la trilogia di Mr Grey ha suscitato nel pubblico francese, che ha preferito guardare il libro ben in mostra nelle librerie, piuttosto che comprarlo e leggerlo. Il libro è stato pubblicato in francese proprio qualche giorno fa e dopo tanti mesi di indizi e rivelazioni e finti moralismi, sinceramente di Fifty Shades si sa più o meno tutto. E poi stiamo parlando della Francia, il Paese per eccellenza del romanticismo raffinato e un pò intellettualoide, nonchè patria del piacere dei sensi senza moralismi che tengano.

Probabilmente ormai si sa anche il finale della trilogia, senza bisogno di aprire nemmeno uno dei libri.
Non vi dirò niente, quindi, ma immaginatevi di prendere un toro e di tagliargli le palle... bene, conservate l'immagine fino alla fine della lettura della trilogia!

Sono cattiva, lo so, ma non sono riuscita a trattenermi. A me il grigio, la maggior parte delle volte, mi sembra il colore dell'indecisione. Figuriamoci cinquanta sfumature di indecisione!

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Anteprima: True Love di Silvia Ami

True Love Silvia Ami Emma Books In ebook dal 23 maggio

Cosa faresti se un’innocua messinscena facesse vacillare le tue certezze e il tuo cuore ammaccato tornasse a battere con vigore?
Sarah Farrell considera la sua vita perfetta così com’è. Tra il lavoro di art director che la porta a viaggiare spesso tra Londra e Milano, un gruppetto di amici fidati e qualche piacevole incontro occasionale, quello di cui non ha certo bisogno è un marito e una famiglia di cui occuparsi. Peccato che i suoi genitori non siano dello stesso parere e abbiano iniziato a tormentarla con la richiesta di mettere la testa a posto una volta per tutte. Quando Emma, la sua migliore amica, le chiede aiuto per trovare una sistemazione a un collega in viaggio di lavoro nella capitale britannica, ecco che la soluzione ai suoi problemi sembra capitarle tra le mani come manna del cielo. Lorenzo Borghi è un avvocato schivo e controllato e in un primo momento si rifiuta di prendere parte alla sciarada orchestrata da Sarah. …

Recensione: Ma Cupido ha i tacchi a spillo? di Viviana Giorgi

Chi l'ha detto che Cupido è un angioletto biondo e paffuto che scocca frecce a più non posso, colpendo ignari cuori solitari? Nella vita di tutti i giorni, l'amore può colpirci in qualsiasi momento, con qualsiasi mezzo, anche tramite dei puntuti e pericolosissimi tacchi a spillo indossati da una specie di valchiria sorridente. Succede così a Claudia, la protagonista di "Ma Cupido ha i tacchi a spillo?" [Emma Books], ultimo lavoro letterario di Viviana Giorgi che, dopo i romance storici, si conferma maestra anche nel romanzo rosa contemporaneo.
Claudia viaggia in metropolitana quando, a causa di una brusca frenata, una gigantessa le piomba sull'alluce con i suoi vertiginosi tacchi a spillo. Verrà fuori che la donna è un'infermiera dell'Est e non esiterà a prendersi cura di lei portandola di peso al pronto soccorso dell'ospedale dove lavora. Che sia un caso o che sia tutto premeditato dalla diabolica (e simpaticissima) Stilettova - come l'ha sopran…